26/04/2017
HomeSpeciali e...Gli specialiLa Culla dello Chardonnay

La Culla dello Chardonnay

Chardonnay2

Lo Chardonnay nacque in età Carolingia da un incrocio spontaneo tra l’elegante Pinot Noir ed il vigoroso Gouais Blanc. La sua vera “patria” enologica è quindi la Borgogna (il suo nome è un omonimo di Mâconnais, zona vinicola borgognotta).
Esso è un vitigno precoce e, come tale abbastanza sensibile al freddo, ma capace di fornire un elevato tenore alcolico unitamente a struttura ed aromi.
Il più famoso vigneto di Chardonnay a livello mondiale, Le Montrachet, si trova proprio in Borgonga, più precisamente nella Côte D’Or.
In questa zona dal clima secco e ventilato (cosa che favorisce la buona qualità delle uve), troviamo distribuita la coltivazione dei vigneti; i Grand Crus si trovano nella zona centrale della collina, a media altitudine.Il terreno è calcareo e ciò contribuisce a conferire ai vini struttura e complessità. In questo splendido vigneto tutte le condizioni sono favorevoli alla produzione di vini bianchi di ineguagliabile carattere ed eleganza. L’elevata acidità compensa agevolmente l’alcolicità (i vini raggiungono senza sforzo i 13 gradi), rendendoli così armoniosi e molto adatti a lunghi invecchiamenti.
Anche le tecniche di vinificazione adattate nella Côte D’Or sono molto particolari; i mosti vengono fermentati in fusti di rovere della capacità massima di 250 lt, e subiscono una macerazione di svariati giorni; dopo essere stati svinati proseguono la loro maturazione in legno. La forza iniziale del vino si attenua con l’affinamento, acquistando maggiore finezza con l’evoluzione del gusto e con l’acquisizione dei profumi terziari, processo che si svolge compitamente solo dopo circa dieci anni dall’imbottigliamento.
Sempre in Borgogna troviamo un altro grandissimo vino ottenuto con solo Chardonnay: Lo Chablis. Chablis si trova all’estremo Nord della regione, su di un terreno insolito per il nostro vitigno, composto da calcare kimmeridge. Anche qui le zone più privilegiate, esposte a Sud, verso la valle del Serein, vengono denominate Grand Crus; in particolar modo in queste parcelle il clima è rigido, e in primavera bisogna proteggere i germogli dalle gelate con delle piccole caldaie posta nella vigna. I vini, vinificati in vetro e acciaio, e solo alcune volte fermentati in legno usato, risultano meno intensi e poderosi di quelli della Côte D’Or, ma hanno grande freschezza, eleganza ed una splendida ed inconfondibile mineralità, che si manifesta nei profumi e in una grande sapidità.
In Italia la zona vinicola che più si avvicina alla Borgogna per clima, terreno e tipologia di vinificazione dello Chardonnay è il Friuli-Venezia-Giulia.
Qui, su un terreno misto tra argilla e ciottoli, si producono vini molto eleganti e di grande struttura e mineralità, quasi un riassunto dei borgognoni sopra citati. La vinificazione vede spesso l’utilizzo combinato di Barriques e acciaio, a seconda della parcella e dell’annata; la malolattica viene quasi sempre svolta, per donare morbidezza ed equilibrio da subito.

Chardonnay

Vino degustato: Chardonnay Ciampagnis Vieris 2008 Vie di Romans (GO).

Tipologia: Bianco secco DOC.

Uve: Chardonnay 100%.

Gradazione:  14,5%.

Densità d’impianto: 6.000 ceppi/Ha.

Resa per ettaro e per pianta: 6.940 kg/Ha.

Affinamento in bottiglia: 11 mesi.

Esame Visivo: Colore giallo paglierino-verdolino, spiccata la consistenza.

Esame olfattivo: Offre profumi di fiori bianchi, comincia con un bel floreale di gigli, per poi percepire il gelsomino e il caprifoglio, fino a note di pera e agrumi.

Esame gustativo: Eccellente l’equilibrio e l’armonia con finale sapido.

Abbinamento: Accompagna egregiamente piatti a base di pesce.

Temperatura di servizio: 10°C- 12°C.

Prezzo di vendita al pubblico in negozio:  €19,90- € 23,90.

Punteggio: 88/100

Chardonnay di grandissima eleganza e stoffa. Vino di grande livello.

A cura di Vanni Berna

Sommelier Professionista A.I.S. Associazione Italiana Sommeliers
Degustatore Ufficiale A.I.S.
Direttore di Corso A.I.S.Relatore A.I.S.
Giudice degustatore per concorsi Nazionali e internazionali

SEGUICI
Dai un punteggio:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT