13/08/2020
HomeVini e CantineViniRecensioni 2017PassitiVin Santo DOC Riserva 2010 – Azienda Agricola Sorelle Palazzi

Vin Santo DOC Riserva 2010 – Azienda Agricola Sorelle Palazzi

Palazzievidenza
Palazzilogo

Azienda Agricola Sorelle Palazzi
Indirizzo: Via del Chianti 34, Loc. Morrona
Città: Terricciola
Prov: PI
Tel.:  0587 654003

sito web: www.sorellepalazzi.it

Nata nel 1973, l’Azienda Agricola Sorelle Palazzi, a conduzione biologica certificata, è situata in località Morrona di Terricciola nel cuore delle colline pisane, territorio ondulato tra Pisa e Volterra.
Posta a circa 150 metri s.l.m., l’azienda copre una superficie di 24 ettari, undici dei quali destinati a vigneto; nove ettari sono inoltre coltivati a olivo, con la produzione di olio extravergine d’oliva di qualità superiore.
La superficie vitata, di età media di circa 20 anni, è composta da vitigni autoctoni toscani.
La vinificazione avviene seguendo l’antica tradizione toscana, con l’utilizzo di tecnologie moderne.
Particolare attenzione è riservata al Vin Santo DOC, affinato per almeno quattro anni in caratelli di rovere o castagno, dopo il precedente appassimento delle uve sulle stuoie fino al mese di febbraio.
Il Vin Santo dell’azienda agricola Sorelle Palazzi è un vino passito fatto in maniera assolutamente tradizionale: ad inizio settembre viene fatta un’attenta cernita delle uve bianche (delle cultivar Trebbiano Toscano, Malvasia Toscana e Colombana) più adatte all’appassimento. I grappoli selezionati vengono posti ad appassire in locale adatto su stuoie, chiamate “graticci”. E’ questo il momento più delicato per il Vin Santo, in quanto i grappoli devono essere ben disposti e in presenza di una necessaria aerazione per permettere un’appassimento adeguato e costante. A fine anno le uve passite vengono vinificate. Il vin Santo viene così messo a fermentare e conseguentemente ad affinare nei caratelli (botti di legno di rovere e castagno di 1 e 2 hl di capacità). Passati 5 anni avviene l’apertura dei caratelli: la grande concentrazione iniziale degli zuccheri determina sempre una frazione zuccherina residua; dopo un ulteriore periodo di affinamento,il Vin Santo viene imbottigliato. E’ un vino dalla notevolissima complessità ed intensità di aromi, generalmente abbastanza alcolico e con un armonioso equilibrio tra acidità e dolcezza.

SCHEDA TECNICA

Imbottigliamento: 2016
Numero bottiglie prodotte: 2.500
Tipologia: Passito
Vitigni: Trebbiano toscano, Malvasia Toscana, Colombana
Comune di produzione: Terricciola
Altimetria vigneto: 200 metri
Temperatura di servizio consigliata: 16°
Titolo alcolimetrico: 13,5%
Fascia di prezzo: € 20

SEGUICI
Centosei Orcia Doc R
Chianti Classico Ris

artecopia@fastwebnet.it

Dai un punteggio:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT